ERICH MUHSAM - Ascona Monte verita' e Schegge

ERICH MÜHSAM

ASCONA MONTE VERITA' e SCHEGGE

(Traduzione di Andrea Chersi)

1989

pagg. 109

cover_musham

Ribelle, anarchico, poeta bohèmien, in questo libro racconta dei suoi soggiorni nella avventurosa comunità di Monte Verità.

Nel 1934 venne barbaramente assassinato dai nazisti nel campo di concentramento di Oranienburg.
Dell'imponente opera di Mühsam , sia letteraria che lirica, sia politica che di critica sociale, nell'iditoria italiana si trovano poche tracce. Non a caso l'immagine che lui da di sè attraverso i suoi scritti e la sua condotta di vita è quella dell'eterno ribelle, anarchico, poeta bohèmien e perciò difficilmente digeribile da certa cultura rozza e perbenista, dedita all'uniformazione dei cervelli e schiva alle testimonianze più profonde delle passioni umane. Le stesse che hanno fatto della sua vita un'avventura ricca, una ricerca costante oltre la piattezza quotidiana, in lotta contro qualsiasi forma di sopruso e per l'emancipazione dell'umanità. La nostra presentazione delle opere di Mühsam inizia da queste sue osservazioni redatte in seguito ai suoi soggiorni sul Monte Verità di Ascona.

Parte delle sue opere rimangono a tutt'oggi sconosciute in quanto, dopo il suo barbaro assassinio da parte dei nazisti nel campo di concentramento di oranienburg, nella notte tra il 9 e 10 luglio 1934, la sua compagna Zensl espatriò portando con sè i suoi manoscritti che, una volta consegnati agli archivi sovietici bolscevichi, sono scomparsi tra le purghe staliniane.

Il primo testo di Ascona venne pubblicato per la prima volta dall'editore Birger Carlson a Locarno nel 1905. E' contenuto anche nella raccolta in un volume di Heydt, Mühsam ed altri, Ascona und sein Berg Monte Verità, Verlag der Arche. Sempre ivi è contenuto il secondo testo Monte Verità Ascona, pubblicato per la prima volta sul Berliner Tageblatt del 31 luglio 1930. Il testo Incontro con Ascona e congedo proviene dalle Memorie non politiche pubblicate nel 1931 come edizione fuori commercio e nel 1949 come normale edizione, a Lipsia.