OSKAR PANIZZA, Dal Diario di un cane

- pubblicato in Brescia, Maggio 2009 -

OSKAR PANIZZA

DAL DIARIO DI UN CANE

2009

pp. 174

Lo spirito di sedizione portato ai limiti del sarcasmo. Contiene inoltre libelli storici come Addio a Monaco e Mania anarchistica progressiva, da meditare nell’attualità.  La locanda della Trinità è una curiosa e affascinante interpretazione personale delle note vicende che ancora sono presenti con preponderante pesantezza al giorno d’oggi.

I testi qui proposti e finora inediti in italiano risalgono al periodo tra il 1892 e il 1900, anni in cui il nostro viaggiò e visse tra Zurigo, Parigi e l'Italia.

Oskar Panizza (1853-1921), nato a Bad Kissingen, all'epoca del regno di Baviera. Si appassionò dapprima alla musica e alla filosofia; in seguito studiò medicina, laureandosi infine in psichiatria. Dopo aver praticato per alcuni anni la professione di psichiatra, si dedicò in particolare i suoi interessi che rimasero comunque sempre letterari. Cacciato e braccato per i suoi scritti, vagabondò a lungo nell'Europa e, nel 1905, decise di costituirsi. Affetto da paranoia, fu internato dalle autorità nel manicomio di Herzogshöhe, vicino a Bayreuth, dove rimase fino alla morte.