EGON ERWIN KISCH


IL RISVEGLIO DEL GOLEM - 1934
 
Nato nel 1885 a Praga (allora nell’Impero austro-ungarico) da ricca famiglia sefardita, Egon Erwin Kisch è forse il personaggio più illustre e brillante del giornalismo e uno dei più importanti scrittori di lingua tedesca del secolo scorso. Iniziò presto la sua collaborazione a diversi giornali con articoli di cronaca e di viaggi, con un ritmo e una varietà tali da meritarsi il titolo di “reporter scatenato” (Der rasende Reporter). Nella Prima guerra mondiale viene arruolato nei servizi giornalistici, agli ordini di Robert Musil. Antimilitarista e socialista, alla fine della guerra partecipa ai consigli dei soldati.  È capo delle guardie rosse a Vienna, ma il giorno dopo l’incendio del Reichstag (1933) viene arrestato ed espulso dalla Germania in quanto cittadino cecoslovacco.  Vaga per l’Europa e partecipa alla guerra civile in Spagna (1936). Scrive poi da diversi paesi europei le sue cronache che prediligono le situazioni problematiche di povertà nei quartieri più miseri delle città d’Europa. Si rifugia in esilio in America e in Messico. Ritorna poi in patria per morire nella sua Praga nel 1948.
Il racconto che presentiamo fa parte del libro Geschichten aus sieben Ghettos (Storie da sette ghetti) del 1934.
 
 
DOWNLOAD